Rischio contaminazione amianto alle “Case minime” di Isola – AGGIORNAMENTO

VIDEO

A quanto pare stamane 18 Dicembre 2013 sono iniziati i lavori per la bonifica delle “Case minime” presso l’Asilo Nido Lucignolo di Isola, questa è una bellissima notizia. E’ una bellissima notizia per tutti: per i bambini che lo frequentano, per quelli che lo frequenteranno e naturalmente per i residenti della zona che convivono da anni con questa bomba ad orologeria. Detto questo, il buon esito della vicenda non può e non deve sicuramente scagionare i responsabili di questo grave ritardo.

L’amministrazione Comunale prima, e i proprietari effettivi della struttura sin dal 2007, dovranno rispondere di fronte all’opinione pubblica, circa i motivi di tale consapevole omissione. A distanza di quasi 12 anni dalla prima relazione ASL qualcuno dovrà spiegare perché non sia stata “presa in considerazione, a medio termine, la sostituzione delle coperture”, come da relativa raccomandazione ASL. Ci dovranno spiegare se in questi anni si sia seguito o meno “un programma di manutenzione e controllo”, e se no, come presumiamo noi, per quale motivo. Ci dovranno spiegare come sia stato possibile nel 2007 effettuare il trasferimento di proprietà dell’immobile senza prevederne un adeguato piano di bonifica.

Ci chiediamo inoltre per quale motivo si sia deciso di iniziare i lavori di bonifica (consistenti nel tagliare l’erba intorno all’area contaminata, con la conseguente nebulizzazione delle polveri sottili di amianto, nel tempo depositate nell’area) con i bambini ancora dentro la Scuola, nonostante all’incontro di Lunedì 16 Dicembre fra rappresentanti dei genitori e vicensindaco Chiara Rossi si fosse deciso diversamente, ovvero che la bonifica sarebbe partita durante le vacanze natalizie. Dato che si è aspettato colpevolmente per anni,  si sarebbe potuto aspettare almeno il giorno di chiusura della Scuola per le festività natalizie. Queste osservazioni le abbiamo fatte direttamente all’Assessore Piampiani e all’ing. Annunziati, incontrati sul posto, i quali ci hanno detto che non esiste alcuna situazione di pericolo e se si sono mossi è solo per una questione di “opportunità” (parole testuali). La sensazione è che l’unica opportunità considerata sia quella politica. Vorremmo vivere sempre in campagna elettorale! Chissà quanti problemi sarebbero risolti per una semplice questione di opportunità.

Morale della favola? Siamo riusciti a fermare i lavori rimandandoli di qualche giorno. Lunedì 23 Dicembre, l’ultimo giorno di apertura dell’Asilo, pare che inizi quindi la bonifica. Tutti i genitori saranno informati dall’Amministrazione Comunale in modo che ognuno sarà libero di decidere sul da farsi. Da parte nostra ci sentiamo di consigliare ai genitori di anticipare le vacanze dei propri figli, se non altro per una questione di “opportunità”.

Lascia un commento